Artisti di Sicilia, da Pirandello a Iudice

C’è anche RE con la sua opera dal titolo “La scala” tra i partecipanti alla collettiva “Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice”, prodotta da Exa in collaborazione con il Comune di Catania e patrocinata da MIBAC (Ministero dei beni e delle attività ‘culturali), Regione Sicilia, Ars Sicilia, Comune di Catania, Expo Milano 2015, che andrà in mostra presso il castello Ursino di Catania dal 17 gennaio al 16 marzo 2015. La collettiva, nata da un’idea di Gianni Filippini e curata da Vittorio Sgarbi, è reduce di due tappe, Favignana e Palermo, dove ha ottenuto enorme successo. La mostra è infatti arricchita dall’apporto di numerosi artisti che rappresentano con le loro opere le migliori espressioni della cultura siciliana dagli anni ’30 ad oggi. L’artista RE di recente aveva esposto le sue opere nella personale “Livelli atmosferici di natura artificiale” in sede milazzese. Ora Catania è la nuova sfida dell’artista alla quale sono state riconosciute indubbie qualità artistiche ed espressive. Il nome RE si sta imponendo nel panorama dei pittori emergenti: la ricerca continua, filtrata attraverso l’intima analisi di una sensibilità immaginifica, permette all’artista di rieditare in maniera inedita le superfici trattate, restituendo alla materia prima l’energia espressiva delle quali sono dotate in potenza. La sperimentazione di RE, nome d’arte di Emanuela Ravidà, è condotta con cura e talento e prende forma nella manipolazione maieutica dei supporti usati, dai quali riaffiora una primitiva energia connaturata al materiale trattato per giungere infine a un nuovo spazio espressivo, aperto a una lettura che partecipa del significato ultimo trasmesso. La mostra itinerante “Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice”, rappresenta uno degli ultimi riconoscimenti nella sua carriera.